Enti Locali: Callari, formazione strategica per innovazione in Pa

Pasian di Prato (Ud), 14 gen - "La Regione proseguirà ad implementare la collaborazione con Compa (Centro di competenza per la pubblica amministrazione) e Anci Fvg per la formazione dei dipendenti pubblici anche in vista dei concorsi unici su base regionale che partiranno quest'anno. In quest'ottica il rapporto con Compa sarà di grande rilevanza perché permetterà di formare quelli che diventeranno i nuovi dipendenti pubblici che saranno quindi già in grado di approcciarsi alle innovazioni introdotte nella Pa dando respiro agli enti in difficoltà". 

Lo ha detto, oggi, l'assessore alla Funzione Pubblica del Fvg Sebastiano Callari in occasione dell'incontro su "II ruolo del formatore pubblico per lo sviluppo delle competenze del personale e l'innovazione degli Enti locali della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia" in cui sono stati consegnati gli attestati ai dipendenti pubblici che hanno concluso il corso per formatori Compa nella sede dell'Enaip Fvg a Pasian di Prato.

"Oggi abbiamo assegnato i diplomi ai formatori che il Compa ha istruito con il corso specifico rivolto a chi dovrà insegnare ai dipendenti pubblici del Comparto per essere in grado di operare con le nuove procedure informatiche introdotte nella Pa e rispondere ad una società che cambia", ha spiegato Callari sottolineando come la formazione sia una leva strategica per la realizzazione degli obiettivi di innovazione e cambiamento all'interno della Pubblica amministrazione. 

Attraverso il progetto regionale "NextPa - cambiamenti in corso", negli ultimi 4 anni sono stati formati 58 dipendenti operanti in 22 enti locali della regione con il duplice obiettivo di valorizzare e integrare il bagaglio di conoscenze tecniche dei dipendenti del Comparto unico con competenze metodologiche volte a sviluppare interventi efficaci per altri colleghi e di creare una rete di formatori pubblici capaci di favorire progressi di innovazione e sviluppo negli Enti locali della Regione.

"Spesso i dipendenti pubblici sono percepiti come parte di un carrozzone: è un'immagine che dobbiamo sfatare ma ci vuole tempo e costanza. Vorrei una Pa capace di mettersi in discussione, di accompagnare il cittadino lungo tutto il percorso procedurale richiesto per ottenere un servizio" ha indicato l'esponente della Giunta Fedriga.

Formazione e apprendimento continuo sono fondamentali per Callari che ha ricordato quanto sia importante gestire la digitalizzazione e l'innovazione all'interno della Pubblica amministrazione anche attraverso "percorsi che devono partire dal basso e in rete per costruire l'amministrazione del domani".

"Fra i progetti a cui sto pensando - ha indicato Callari - c'è anche una scuola di formazione di pubblica amministrazione in Fvg capace di formare elevati professionisti".

"Dobbiamo dare valore alla formazione anche dal punto di vista normativo - ha aggiunto Callari - così come accade in sanità dove è previsto un determinato tempo da dedicare a questo aspetto strategico".

L'incontro ha messo in evidenza anche l'opportunità di articolare, con il concorso della Regione, le modalità più efficaci di utilizzo dei formatori pubblici che sono stati ufficialmente riconosciuti in un elenco specifico in forza della Lr 12/2018.

ARC/LP/ep

Nella foto l'assessore regionale alla Funzione Pubblica del Fvg Sebastiano Callari con il Segretario A.N.C.I. F.V.G., Alessandro Fabbro e Gianni Ghiani di ComPA FVG, all'incontro su "II ruolo del formatore pubblico per lo sviluppo delle competenze del personale e l'innovazione degli Enti locali della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia" nella sede dell'Enaip Fvg a Pasian di Prato. 

Lunedì, 14 Gennaio 2019 - Ultima modifica: Martedì, 15 Gennaio 2019