Scuola di formazione politica Ettore Romoli

Fedriga: la scuola di formazione Romoli è eredità di idee

"Chi è stato pubblico amministratore negli anni viene ricordato solitamente per le opere materiali realizzate, Ettore Romoli invece ci ha lasciato qualcosa di più: idee, intelligenza, capacità di visione. Qualità che hanno arricchito la sua comunità. Per questo una scuola di formazione politica a lui dedicata è una declinazione naturale di quello che è stato il suo insegnamento".

Così lo scorso giovedì, 26 novembre, a Gorizia il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, in occasione della presentazione della scuola di formazione politica Ettore Romoli, già sindaco di Gorizia ed ex presidente del Consiglio regionale scomparso lo scorso giugno.
Nel suo intervento, Fedriga ha ricordato la capacità di Romoli di confrontarsi con lealtà con chi aveva opinioni diverse dalle sue, creando ad esempio dialogo e collaborazione con la componente slovena della città e i sindaci di oltreconfine.
Tornando alla funzione di questa nuova scuola di formazione politica, il governatore ha sottolineato l'importanza per chi è impegnato in politica di conservare sempre l'obiettivo del bene pubblico, anche quando il confronto partitico diventa più aspro e acceso. "Una capacità che Romoli ha sempre mantenuto nella sua esperienza di rappresentante delle istituzioni".
Fedriga ha poi rimarcato la qualità di Romoli di avere non solo la padronanza di linguaggio ma anche "il governo della responsabilità della parola perché la denigrazione dell'avversario, alla fine, è un atteggiamento che provoca danno ai cittadini".
"Alla famiglia Romoli - ha concluso Fedriga - vanno infine i miei più sentiti ringraziamenti, non solo a nome della Regione, ma di tutta la comunità, per aver trovato la forza di trasformare un dolore in un impulso di crescita per il Friuli Venezia Giulia".
Presenti all'evento, tra gli altri, anche l'assessore regionale alla Funzione pubblica, Sebastiano Callari, e il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin.

(fonte ARC/GG/fc)

Guarda il video

Mercoledì, 31 Ottobre 2018