COMMEMORAZIONI NEL GIORNO DELLA MEMORIA

Bianco: “Traiamo insegnamento dal passato per dare ai ragazzi una visione limpida del futuro”

“La memoria per un popolo è il suo patrimonio genetico. I Comuni italiani, senza differenze di colore politico, sono orgogliosi di rappresentare una parte significativa di questa memoria. Una memoria fatta di successi, di crescita e dei valori del nostro popolo. Ma anche memoria dei periodi bui, delle sconfitte, delle tragedie”.

Lo dichiara il presidente del Consiglio nazionale Anci, Enzo Bianco, nel giorno delle celebrazioni per il giorno della memoria.

“Traiamo insegnamento dalla memoria e dal passato – aggiunge Bianco – per dare ai nostri ragazzi una visione limpida, realistica ma vibrante del futuro. I nostri gonfaloni sono il simbolo di un’Italia che vuole riscattare orridi errori del Passato e far crescere i valori della nostra Costituzione”.

Nella giornata del ricordo per le vittime dell’olocausto, tante le iniziative nei Comuni italiani a partire da Roma dove la sindaca Virginia Raggi ha partecipato ad un evento in Campidoglio in cui ha annunciato “l’intitolazione di un parco di Roma al piccolo Sergio De Simone, cugino delle sorelle Andra e Tatiana Bucci”.

Da Roma a Trieste dove il sindaco Roberto DiPiazza, insieme alle massime autorità regionali, ha deposto una corona alla Risiera di San Sabba, monumento nazionale e unico campo di concentramento nazista in Italia con forno crematorio.

Sono circa settemila, invece, i giovani che si sono ritrovati al Mandela Forum di Firenze per ricordare le vittime dei campi di concentramento nazisti. Insieme a loro il sindaco Dario Nardella che ha dichiarato la Shoah “una fenditura nella coscienza contemporanea che non si rimarginerà mai ma va curata”.

A Napoli il sindaco Luigi de Magistris sarà presente alla cerimonia di deposizione di una corona di fiori in ricordo di Luciana Pacifici vittima delle leggi razziali.

Nella foto la Risiera di San Sabba a Trieste.

Lunedì, 27 Gennaio 2020