SPAZI ASSUNZIONALI

La Regione cede spazi assunzionali a quattro Enti locali

La Regione Friuli Venezia Giulia, su iniziativa dell'assessore alla Funzione pubblica e autonomie locali, ha concesso la cessione di spazi assunzionali a quattro Enti locali per consentire loro di assumere personale a tempo indeterminato.

Si tratta dei Comuni di Latisana (due dipendenti di categoria D), Mossa (un dipendente di categoria C) e Trivignano Udinese (un dipendente di categoria C) e del Parco Naturale Dolomiti Friulane (un dipendente di categoria C e due dipendenti di categoria B). Il valore degli spazi richiesti ammonta a poco più di 246mila euro, per l'attivazione di contratti a tempo indeterminato.

Gli spazi dovranno essere utilizzati entro il 31 dicembre 2020, con preferenza verso lo scorrimento di graduatorie valide all'interno del Comparto unico.

Tra novembre e luglio, con precedenti generalità di Giunta, erano stati concordati ulteriori spazi assunzionali. Nel dettaglio, erano state soddisfatte le richieste dei Comuni di Pocenia (un dipendente di categoria C e un dipendente di categoria PLA), Santa Maria la Longa (un dipendente di categoria D), Dolegna del Collio (un dipendente di categoria D), Villesse (un dipendente di categoria C), Sappada (due dipendenti di categoria B e per un dipendente di categoria D), Savogna d'Isonzo (un dipendente di categoria PLA), Camino al Tagliamento (un dipendente di categoria C), Carlino (due dipendenti di categoria C per quota parte del costo), Corno di Rosazzo (un dipendente di categoria D e un dipendente di categoria PLA), Muzzana del Turgnano (un dipendente di categoria C), Ronchis (due dipendenti di categoria C)e Porpetto (un dipendente di categoria PLA) e dell'Uti Agro Aquileiese (due dipendenti di categoria C da ripartire tra gli enti dell'Unione).

Nel 2019 la Giunta aveva deciso di ridurre la propria capacità di assunzione per un importo pari a 2,45 milioni di euro, riservando questi spazi agli Enti locali, in risposta ad una generale strategia di contenimento della spesa per il personale della Regione. Al netto di quanto già concesso, gli spazi assunzionali attualmente disponibili a favore degli Enti locali ammontano a 1,76 milioni di euro.

Peraltro, con il superamento delle 18 Uti, la Regione ha in serbo l'elaborazione di nuove disposizioni per la definizione dei criteri di contenimento della spesa per il personale degli Enti locali, disposizioni che supereranno le logiche dei tetti di spesa e dei budget per basarsi sulla sostenibilità finanziaria. ARC/SSA/ma

(Fonte www.regione.fvg.it)

Martedì, 28 Luglio 2020 - Ultima modifica: Mercoledì, 29 Luglio 2020