Progetto Eusalp, per la costruzione di un quadro di insieme

A Como anche il Segretario regionale Fabbro alla sottoscrizione del protocollo d’intesa tra tutte le ANCI dell’arco alpino, per un coordinamento dei Comuni e delle Province interessate alle politiche per la montagna

“I nostri giovani sono impegnati nella costruzione di una nuova Europa. Una realtà più dinamica, che deve necessariamente nascere dal basso e che si realizza moltiplicando le occasioni di incontro e di confronto. Una visione green fatta di tanta sapienza dei territori”. Con queste parole l’assessore regionale Raffaele Cattaneo ha aperto ieri pomeriggio a Villa Gallia di Como la convention del progetto Eusalp, la cui presidenza per il 2019 è assegnata all’Italia.

Si tratta di un progetto che coinvolge nove Stati europei, per complessivi 78 milioni di cittadini, di cui 23 milioni di italiani dell’arco alpino. I lavori, moderati da Pietro Celotti,  hanno visto gli interventi di Federico Bassani, vicepresidente dell’Amministrazione provinciale e di Mario Landriscina, sindaco di Como che ha ribadito “la positività di una forte presenza giovanile. Tutto questo proprio mentre Como si candida in sede Unesco per la sua affascinante storia sulla seta e perché Como, storicamente città di confine, ha una forte propensione a collaborare e a far emergere una qualificante serie di tematiche comuni”.

Il segretario generale di ANCI Lombardia Rinaldo Redaelli ha messo in evidenza davanti a una platea di un centinaio di giovani amministratori, “il lavoro che l’Associazione lombarda dei Comuni ha svolto in questi mesi anche con le altre ANCI regionali e che culminerà nella firma di un protocollo d’intesa che vedrà la costruzione di un quadro di insieme in cui ciascuna singola realtà potrà attingere esperienze e collaborazione, così come potrà dare una propria pennellata di colore e di tipicità. Il fare rete è utile, indispensabile. Abbiamo entusiasmo, mezzi e professionalità per fare bene. Voi siete giovani, vivete in un’area economicamente sana e avete tutto quanto serve per far compiere al nostro territorio e all’Europa intera un salto di qualità. Siate operativi, fate sintesi delle vostre idee e noi siamo pronti a sostenervi perché tutto questo si traduca in virtuosi atti operativi”.

I lavori della convention proseguono questa mattina con la sottoscrizione del protocollo d’intesa tra tutte le ANCI regionali dell’arco alpino, per creare quel coordinamente dei Comuni e delle Province interessate alle politiche per la montagna. Interverrà ai lavori il presidente di ANCI Lombardia Virginio Brivio.

 (Fonte ANCI Lombardia)

Domenica, 22 Settembre 2019